EMILY

Il Festival, che vede la sua prima edizione nel 2005, Ŕ dedicato alla fotografia, forma d'arte che pi¨ di altre comunica e interpreta la complessitÓ della societÓ contemporanea.
Accanto alle mostre istituzionali, dal 2007 Fotografia Eureopea ha dato spazio anche al Circuito Off, sezione libera e indipendente che nasce dalla spontanea iniziativa delle persone. Il circuito anno dopo anno si Ŕ ampliato, arrivando a coinvolgere tutto il tessuto urbano e trasformandolo, per il periodo di durata del Festival, in una galleria "globale".

"EMILY" è un'installazione video HD, che attraverso una narrativa non lineare crea un ponte tra i movimenti educativi internazionali e le pratiche dell'arte contemporanea.
Il progetto è del regista Otino Corsano, in collaborazione con una serie di artisti da lui invitati a costituire il team di produzione per quest'ultimo video della Ocean Course Films.
Le immagini si concentrano sull'estetica naturale e ambientale associate alla filosofia educativa di Reggio Emilia (Reggio Emilia Approach - Reggio Children - Centro Loris Malaguzzi) e, parallelamente, agli approcci internazionali dell'arte contemporanea.
Le composizioni (fotogrammi) del video documentano lo sviluppo di una ricerca ambientale basata sull'indagine, ricerca che va oltre il perimetro di una qualsiasi interpretazione nazionalistica della Natura.
"EMILY" descrive, infatti, il ricercare nutrimento nella conoscenza attraverso l'arte e i materiali didattici, per scoprire nuove strade che interrompano l'omologazione prodotta dal dilagare del digitale. Piuttosto che utilizzare un approccio analogico, purista e nostalgico, una gamma di mezzi - incluso vetro, fotografia, scultura e video - si fondono per dare nuova vita a un discorso sull'ambiente che vada oltre ogni confine.
"EMILY" si fa dunque portavoce dell'appello ad una visione ambientale unitaria e globale, che si manifesta attraverso modalità di indagine accademica e di esplorazione artistica modeste, tuttavia molto potenti.
OTINO CORSANO ha creato la Ocean Course Films  a tutela delle opere che crea in collaborazione con direttori commerciali, programmatori, attori, danzatori, ingegneri del suono, compositori, editori. Ha insegnato all'Università di Toronto, Canada, e continua ad insegnare alla OCAD University, sempre in Canada.
GENEVIÈVE CARON è una pluripremiata ritrattista di fama internazionale. In qualità di direttore della fotografia del videoprogetto "Emily", documenta fedelmente le potenti e delicate sculture di Ryan Livingstone.
RYAN LIVINGSTONE è un artista che crea un linguaggio visivo modellato e influenzato dalla sua eredità della costa orientale del Canada, così come da paesaggi urbani e rurali.
Il compositore JOHN MARK SHERLOCK ha creato appositamente per questo video una colonna sonora di musica progressiva, unica e toccante.
Le musiche di Sherlock sono state eseguite da molti dei migliori interpreti e gruppi canadesi, tra cui Arraymusic Burdocks, Critical Band, The Ergo Ensamble, Eve Egoyan, Linda Catlin Smith, Stephen Clarke e Ensamble KORE.

Un ringraziamento speciale a Ryan Livingstone, all'editor Jeff Hamill, Art Lightstone, e a Catherine Hunt, Preside della Scuola Secondaria presso la Bishop Strachan School, Toronto, Canada.